Come scegliere un hosting per il proprio sito web.

Come scegliere un hosting per il proprio sito web.

Se sei finito su questo articolo è perché sai già cos’è un hosting e a che cosa serve. Comunque, se non lo sapessi, l’hosting è lo spazio web che viene fornito, gratuitamente o a pagamento, generalmente da una azienda sul quale viene ospitato(dall’inglese “to host”, ospitare) il sito che ti appresti a creare; è un servizio con cui si assicura al sito uno spazio su un particolare computer che è chiamato server. Da quello spazio le pagine del sito vengono poi inviate(servite) agli utenti che ne fanno richiesta quando si metto a navigare usando i comuni browser per la navigazione. Ma come scegliere un hosting per il proprio sito web?

Il servizio di hosting.

Le aziende che offrono servizi di hosting, oltre ad ospitare le pagine del sito e a provvedere alla gestione burocratica del servizio, (registrazione, trasferimento, etc…) fornisco anche altri servizi tra cui, quasi sempre, alcune caselle di posta elettronica comprese nel prezzo; naturalmente il servizio può essere ampliato con più caselle di posta a pagamento, posta certificata o servizi legati allo spazio web tra cui database più grandi, etc…

L’offerta si differenzia in base ai database offerti, lo spazio a disposizione, la banda di traffico garantita fino ad arrivare a degli standard professionali elevati.

Qual’è l’hosting perfetto?

La risposta a questa domanda è semplice: l’hosting perfetto non esiste; l’hosting perfetto è quello che risponde alle nostre esigenze aziendali, che saranno diverse per altri siti, e dalle caratteristiche tecniche del sito(possono variare nel tempo). La maggior parte dei servizi disponibili va bene per siti con funzionalità di base quali form di contatto, gallerie fotografiche, informazioni varie, etc… mentre via via che il sito si fa più complesso(ad esempio un e-commerce) oppure occorre uno spazio web configurabile perché è sviluppato con tecnologie particolari, allora è meglio scegliere le aziende di hosting che offrono i servizi necessari ed analizzare bene le specifiche disponibili.

La qualità del servizio.

La qualità del servizio è importantissima: un hosting scadente può compromettere investimenti consistenti per il sito e il business che il sito stesso genera. Per questo l’analisi dei servizi inclusi e le valutazioni sulla convenienza dei prezzi vanno incrociate con una ricerca on line per capire le opinioni di chi già utilizza il servizio proposto e capirne le criticità. Da non sottovalutare anche l’assistenza proposta e la velocità nel rispondere alle richieste del cliente.

Potrebbe interessarti Che cosa è il PageRank e il TrustRank?

Precedente Che cosa è il PageRank e il TrustRank Successivo Come scegliere il nome del sito web.